fbpx

Pancake proteici per tutti i gusti

I pancake vengono serviti in molte varianti diverse,
una più deliziosa dell’altra, perfetti per essere
personalizzati a seconda dei gusti.

I pancake rappresentano una delle colazioni più amate degli ultimi anni. Belli da vedersi e golosissimi da mangiarsi, sono diventati popolari nel nostro paese grazie alla diffusione del brunch, quello speciale pasto che unisce l’agilità della colazione alla sostanza del pranzo.

Ti proponiamo una ricetta per realizzare ottimi pancake soffici e proteici, veloce da preparare e perfetta per una colazione sfiziosa e nutriente e per un sostegno sano al tuo organismo.

PROCEDIMENTO

STEP 1

Prendi gli albumi di medie dimensioni e mettili in una ciotola insieme allo zucchero di canna. Con l’aiuto di una frusta elettrica montali poi a neve.

STEP 2

Metti la farina d’avena, il sale, il bicarbonato, il lievito setacciato in un altro recipiente. Aiutandoti con l’uso di una frusta a mano mescola poi il tutto.

STEP 3

Mescola lo yogurt con l’aceto di mele e il latte, quindi versa il composto nel secondo recipiente con gli altri ingredienti ad esclusione degli albumi che aggiungerai successivamente. Amalgama bene il tutto.

STEP 4

Aggiungi gli albumi all’impasto mescolando dal basso verso l’alto per non smontarli. Prendi poi una padella antiaderente e ungi il fondo con del burro aiutandoti con un fazzoletto.

STEP 5

Riscalda la padella per qualche minuto, dopodiché versa un mestolo di pastella senza schiacciarlo. Lascia cuocere per qualche secondo, poi gira il pancake dall’altro lato con l’aiuto di una spatola. Fai cuocere ancora per qualche secondo prima di trasferirlo sul piatto. Ripeti questo procedimento per ogni mestolo di pastella, che andrà a creare un nuovo pancake.

STEP 6

Lascia raffreddare i pancake realizzati. Successivamente impilali e servili aggiungendo dello sciroppo d’acero e frutta fresca o marmellata.

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

  • Latte di pecora Girau 60 ml
  • Yogurt greco 60 g
  • Albumi di medie dimensioni 4 (circa 140 g)
  • Farina d’avena 50 g
  • Lievito per dolci 8 g
  • Zucchero di canna(facoltativo) 1 cucchiaio
  • Sale 2 g
  • Bicarbonato 1/2 cucchiaino
  • Aceto di mele 1/2 cucchiaino
  • Burro per la cottura 1 cucchiaio

Ricetta: Colazione

Cosa sono e come si preparano i pancake proteici

I pancake proteici sono la variante salutare dei classici pancake americani, particolarmente indicati per chi fa sport e palestra e per chi ci tiene a mantenere una dieta bilanciata, con pochi grassi e zuccheri.

Questa facile versione dello snack, infatti, presenta una maggiore quantità di proteine e fibre, grazie alla presenza di latte di pecora, yogurt greco e albumi da un lato e alla farina d’avena dall’altro; lo zucchero è facoltativo ma è comunque una minima quantità che aiuta anche a dare colore ai pancakes.
Per prepararli occorre innanzitutto ricordare una regola semplice: è necessario lavorare gli ingredienti in polvere e quelli liquidi in ciotole separate prima di unirli.
Inizia montando gli albumi a neve: per una buona riuscita e per la leggerezza del risultato è importante che siano ben lavorati. A parte setaccia la farina d’avena e il lievito, aggiungi il bicarbonato, un pizzico di sale, e, a piacimento, un cucchiaino di zucchero, integrale o di canna. Mescola bene tutti gli ingredienti.

Aggiungi lo yogurt precedentemente amalgamato con l’aceto di mele e il latte, e, infine, unisci gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non smontarli.
In questo modo avrai realizzato la base dei tuoi pancake proteici!

Passa un leggero strato di burro su una padella antiaderente e versa il composto ottenuto creando dei cerchi del diametro di circa 10 cm. Ricordati di preriscaldare la padella e di tenere bassa la fiamma durante la cottura. Quando i pancake inizieranno a solidificarsi girali dall’altro lato con una paletta: bastano pochi minuti per la cottura, l’impasto deve rimanere soffice e spugnoso.

Non impilare subito i pancake, ma adagiali su un piatto da portata per farli raffreddare, in modo che non si schiaccino.

Come aumentare l'apporto di proteine con i pancake

Per un risultato ancora più proteico è possibile aggiungere alla ricetta base degli ingredienti che ne aumentino le proprietà, rendendolo un piatto ricco di proteine.

Le proteine si possono reperire in diversi alimenti di origine sia animale che vegetale: uova, yogurt greco, nei legumi come lenticchie, ceci, fagioli, piselli, nelle carni magre, nel tonno, nel salmone e nella frutta secca, come noci, arachidi e mandorle. Le loro funzioni sono molteplici e vanno da quelle strutturali come costituenti base di tutti i tessuti, a quelle funzionali essendo protagoniste nella struttura di enzimi, anticorpi e di tante altre molecole con funzioni essenziali per le cellule.

Di seguito due diversi procedimenti per realizzare dei pancakes proteici alternativi alla ricetta che vi abbiamo descritto con una dose maggiore di proteine (le dosi sono da intendersi per 3 persone).

Il primo procedimento consiste nel montare a neve 100 g di albumi e aggiungere 150 g di yogurt greco, 60 g di farina 00 setacciata, 8 g di lievito per dolci, un cucchiaio di zucchero integrale o di canna. Amalgama bene il tutto e cuoci in una padella antiaderente senza olio.

La seconda variante invece prevede la sostituzione dello yogurt con una bevanda vegetale, particolarmente consigliata è quella alla nocciola: bisognerà unire 450 ml di latte a 300 g di farina integrale setacciata, 1 bustina di lievito, mezzo cucchiaio di zucchero integrale e mezzo cucchiaio di olio di semi di girasole. Aggiungere 30 g di proteine in polvere e mescolare bene il tutto. Versare in piccole quantità in una padella antiaderente preriscaldata e far cuocere da entrambi i lati.

Ovviamente i topping con cui andremo a completare i nostri pancake possono essere scelti in modo da aggiungere ancor più proteine al piatto.

Pancake per tutti i gusti:
le farine da usare e come guarnirli

Come abbiamo visto, la ricetta dei pancake può davvero essere modificata a seconda dei gusti, ottenendo un composto più o meno proteico a seconda della quantità e della qualità degli ingredienti usati sia per prepararli che per guarnirli. I classici pancake vengono preparati con la farina 00, ma esistono tante varianti che puoi provare utilizzando farine particolari, per dei risultati gustosi e diversificati.
La farina di riso è una buona alternativa per chi vuole evitare il glutine senza stravolgere troppo il sapore originale del piatto, che può essere profumato da aromi a piacere durante la preparazione, come la scorza di arancia o limone, della cannella o della vaniglia. Questi pancake risultano buoni e gustosi se accompagnati da sciroppo d’acero, frutti di bosco o fettine di banana.

La farina di cocco è un’altra sfiziosa variante, da provare con una guarnizione finale di cioccolato o di marmellata di albicocche; ma puoi preparare i tuoi pancake con farina integrale e guarnirli con marmellata di arance, che creerà un bel contrasto tra i due sapori, con farina di castagne per una merenda autunnale, da provare con lo sciroppo d’acero. Se ti piace sperimentare puoi provare ad aggiungere un cucchiaio di caffè in polvere o di cacao amaro alla ricetta, per dei pancake originali e ghiottissimi.

La farina di mais e la crusca d’avena sono altre due farine utilizzabili nella preparazione dei pancake, ma puoi anche preparare dei pancake salati, ad esempio utilizzando della farina di mais e zucca, da servire in un light brunch insieme a formaggi e affettati.

Come preparare dei pancake alti

I pancake possono essere realizzati in diverse dimensioni e possono avere anche diverse altezze. Il metodo più tradizionale per servirli è impilarli uno sopra l’altro e addolcirli con miele o sciroppo d’acero.

Tuttavia, si possono realizzare anche pancake più alti, con una consistenza altrettanto soffice, che non necessitano di una grande quantità di singole frittelle per avere un bel risultato una volta serviti.

I pancake possono essere cotti su una piastra, come quelle utilizzate per le crêpes, o in una padella antiaderente, l’importante è che abbiano il giusto spazio per essere cotti, possibilmente più di uno alla volta.

Per realizzare dei pancake più alti si può utilizzare il latticello al posto del latte, oppure mescolare il latte intero con 30 ml di aceto di mele. È importante anche utilizzare solo gli albumi e montarli bene a neve prima di proseguire con la ricetta. Se il composto non sarà ben montato il pancake si schiaccerà su sé stesso e avrà più difficoltà a lievitare.

Gli ingredienti in polvere, come farina e lievito, vanno sempre setacciati prima di essere aggiunti alla ricetta, per evitare che formino grumi e rendano il composto non perfettamente omogeneo. Una volta che l’impasto sarà pronto per essere versato sulla piastra o nella padella assicurarsi che la superficie di cottura sia ben riscaldata.

Infine, aspetta che i pancake siano leggermente raffreddati prima di impilarli uno sopra l’altro, per evitare che si schiaccino.

Pancake: lo sapevi che...?

Oltre a spopolare sui social per il loro piacevole modo di presentarsi, i pancake sono fra le colazioni più frequenti all’estero, in particolar modo nei paesi anglosassoni, ma stanno diventando sempre più popolari anche in Italia, simbolo di una colazione a cui dedicare del tempo e da trascorrere in compagnia.Ma l’origine dei pancake è molto antica: sembra risalire addirittura ai tempi dell’antica Roma. I romani erano soliti preparare delle frittelle con latte, uova, farina e spezie, che poi addolcivano versandoci sopra del miele. Era un cibo talmente conosciuto e apprezzato che veniva venduto per strada.Il cibo e la sua diffusione hanno seguito di pari passo gli esseri umani e la loro storia, varcando confini, mescolando provenienze e creando delle vere e proprie tradizioni.

In Inghilterra, ad esempio, si celebra una competizione chiamata pancake race, che consiste nel correre con una padella in mano. Questa deriva da un martedì grasso del 1500, in cui una donna si presentò ad una funzione religiosa con una padella in cui stava ancora cuocendo un pancake. Il martedì grasso, nei paesi come l’Inghilterra e l’Irlanda, è ancora conosciuto proprio come pancake day: in passato, infatti, si usava preparare queste frittelle per svuotare la cucina di farina e zucchero, al fine di prepararsi alla quaresima senza la tentazione del cibo.
Nonostante siano stati accusati negli anni ’30 da una delle riviste di moda più famose al mondo di essere “brutti da vedersi e difficili da prepararsi“, i pancake hanno resistito al passare del tempo e sono ancora oggi uno dei piatti preferiti di moltissime persone.

Cambia gusto alla tua colazione!

La scelta perfetta per dare gusto e leggerezza ad ogni tua ricetta, cucchiaiata dopo cucchiaiata.
Un prodotto di altissima qualità, fatto solo con il migliore latto sardo, l’ideale per scatenare la tua fantasia ai fornelli. Provalo subito!